Ieri, 19 Maggio 2017, al Golf & Relais Feudo di Asti ha preso il volo la stagione delle relazioni internazionali.

L’aereo della famiglia Razzano atterrato sul fairway della buca 18 del Golf Feudo di Asti.

Dott. Giampaolo Pisa (proprietario del Gol Feudo di Asti), Marco Sutter (Presidente del Golf & Relais Feudo di Asti)

Il Console del Rwanda Dott. Luciano Longo sulla buca 18 del Golf Feudo

Gli ospiti intorno all’aereo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal cielo cadono bandierine di carta per il benvenuto ai circa 20 consoli onorari capitanati da Luciano Longo Console  del Rwanda che ha riunito i rappresentanti di tanti paesi europei, africani, americani per un the, “il migliore al mondo” dice con spirito di parte il dinamico e simpatico Console,  nella veranda della Club House del Feudo di Asti.

Dopo l’atterraggio sulla “pista 18” del super leggero per la disponibilità e promozione della famiglia Razzano, impegnata in quel di Castelnuovo Don Bosco con una produzione che fa grande onore al Monferrato e all’Italia.

La voce poi agli sponsor con:

Unica Sim nata dalla decisione di un gruppo di professionisti del settore di riunirsi e di proporre al mercato una consulenza  finanziaria  indipendente. Si caratterizza per essere una realtà capace  di offrire un servizio personalizzato  grazie ad un portafoglio di prodotti di investimento vario e modulabile sulla base delle esigenze del cliente. Consulente e Cliente sviluppano la cultura del “consiglio”, e non del prodotto, orientandosi verso scelte consapevoli, coerenti e “su misura” con il profilo dell’investitore.

La Confederazione Italiana Agricoltori (CIA) organizzazione autonoma dai partiti che con il Presidente Durando  ha evidenziato l’impegno per i prodotti di qualità del Monferrato, l’agriturismo e la promozione , dell’agricoltura biologica;

 

La Confederazione Nazionale dell’Artigianato e delle Piccole e Medie Imprese che da oltre 60 anni rappresenta gli interessi delle imprese artigiane, dei loro imprenditori, della piccola e media impresa, presente per una possibile attenzione ai bisogni produttivi dei paesi convenuti.

Infine molti partecipanti hanno desiderato provare l’ebrezza del volo….della pallina da golf verso gli obiettivi …vicini e lontani. Risultato? Il golf si afferma come mezzo di sostegno per le relazioni internazionali di qualità.

 

 

 

 

 

 

 

 

La giornata si è poi conclusa con una cena di gala nel ristorante il Feudo all’interno della tenuta. Lo chef del Feudo, Marco Toso e il suo staff hanno fatto degustare ai Consoli e a tutti gli altri ospiti (una sessantina) piatti tipici piemontesi e monferrini. Le ottime materie prime, rigorosamente del territorio, sono state fornite da CIA e CNA.

Il momento dove i Presidente di CNA (Guido Migliarino), CIA (Alessandro Durando) e Marco Sutter (Golf Feudo di Asti) siglano lo storico accordo di partnership.

Infine, nota importante della serata, il Golf & Relais Feudo di Asti ha siglato un accordo di partnership e di collaborazione con La Confederazione Nazionale dell’Artigianato e delle Piccole e Medie Imprese (CNA) e la Confederazione Italiana Agricoltori (CIA).

Un accordo, come hanno sottolineato i rispettivi Presidenti (Golf Feudo, Marco Sutter, Alessandro Durando CIA Asti e Guido Migliarino CNA) senza precedenti, un punto fermo e di partenza per il futuro del territorio e delle imprese coinvolte.

E.B. e M.S.

Foto: E.B. e Golf Feudo