La cultura unita al Golf  come fattore educativo e di sviluppo in scena tra le colline del Feudo di Asti per unire le Alpi di Aosta ed il mare di Alassio. “AMA” – Aosta,Monferrato, Alassio – con una semplice parola riassume il valore emozionale di un impatto con la bellezza italiana che secondo i dati diffusi dalla Fondazione Italia Patria di Bellezza, vale 240 miliardi e rappresenta oltre il 16% del Pil. Tante iniziative per promuovere la conoscenza dei territori e della Community Europea dello Sport 2017 fortemente voluta da ACES- Europe con il lavoro dinamico di Silvia Molionario, delegata di Torino, Beppe Basso – assessore allo Sport di Asti, Enrico Cimaschi delegato Aces Nord Ovest. Qui l’ annuncio, in anteprima, della valorizzazione  del percorso del Tanaro, a partire dal Monte Tanarello, unitamente al Sindaco di Ormea Giorgio Ferraris che ricorda che il Valico del Col di Nava, il più passo verso la Liguria di ponente, univa i traffci tra l’astigiano e l’entroterra savonese dove la leggenda di Adelsia e Aleramo ha dato proprio origine alla graziosa città di Mare protagonista della prossima nuotata dalla sua spiaggia sino all’isola Gallinara e ritorno.

Giorgio Ferraris, Beppe Basso, Pamela Raeli, Silvia Molinario, Giampaolo Pisa, Enrico Cimaschi

 

L’appello è rivolto quindi agli sportivi che partendo dalla antica Aosta,  con la moto possono “piegare” tra le nostre colline, provare un putt sul green del golf, assaggiare prelibatezze e visitare borghi e insediamenti storici e rilassarsi sul muretto di Alassio invece di nuotare nella baia per alcune ore visto che forse un po’ di allenamento specifico ci vuole.

“Aces avvia la prima edizione di un importante progetto interregionale – dichiara Silvia Molinario  – che il 27 e 28 maggio propone nuove dinamiche e sinergie per un modello espandibile ed esportabile, utilizzando lo sport per conoscere i paesaggi”

“E’ un anno di prova – dichiara Cimaschi – per guardare quello che si ha e costruire il futuro”. “ Food, Travel e Sport per uno stile di vita sano e dinamico – conclude Pamela Raeli, manager del Feudo ed editore della rivista Food and Travel, in stampa nelle prossime ore-  per continuare un’opera didattica  e imprenditoriale nello stesso tempo. Educare però è la parola d’ordine e ringrazio Silvia Molinario che da mamma sta lavorando per regalare un bel mondo ai suoi figli.”

 

E.B.